Crisi Turca

La Turchia che fin l’altro ieri aveva sogni egemonici,di “ricomposizione” dei fasti imperiali Ottomani,sta’ avvitandosi in una grave crisi.Crisi che avra’ conseguenze anche al difuori della area regionale (che gia’ é destabilizzata profondamente).A parte la inevitabile ascesa di uno “Stato”Kurdo! (per carita’ evitiamo ripetizioni nefaste di un Balfour due!)Cercando di concentrarci su uno dei problemi primari-la guerra a Daesh-con successivo riordino della area.Quindi attacco – contemporaneo-a Raqqa e a Mossul!Mentre la Turchia é in fribillazione e da un momento all’altro comprendera’ di NON avere piu’ un asso nella manica con la crisi dei rifugiati,perché SE,(territorialmente) annientiamo Daesh,i rifuggiati rientreranno ,anche con aiuti,sovvenzioni etc, ci “costeranno” di meno e avremo il tempo utile di riparare almeno in parte ai danni e a rafforzare l’accordo (strategico) con l’Iran.Ecco di cosa hanno parlato (riservatamente) Lavrov e Kerry,proprio il giorno dello pseudo colpo di stato di Istambul!!Quindi alla “gradualita’” di operazioni in Libya,é necessario e urgente contrapporre, un BlitzKrieg in Sirya Irak,SUBITO,ecco una delle ulteriori ragioni della recrudescenza del fronte di Aleppo, se liquidata, iniziera’ subito l’offensiva su Raqqa dei Russi,lealisti di Assad,ma principalmente Iraniani e…Kurdi,degli Irakeni ei Kurdi su Mossul!Fa’ tenerezza la partecipazione,francese, al conflitto con la fornitura agli Irakeni dei cannoni Caesar;che con la loro gittata di 45 km (guarda caso la distanza del fronte da Mossul!).Sono bei cannoni capaci di tirare salve di SEI colpi al minuto, obici di 155!!Hollande “spera” in una rielezione con questi…mezzi?!

Annunci

11 Comments

  1. Se solo Assad vietasse il sorvolo ai jet turchi ….. i quali jet attaccano esclusivamente forze kurde, alla faccia dell’alleato Nato turco contro Assad.
    La Nato pur avendo bisogno per motivi strategici dell’alleato turco, non c’è da fidarsi di Erdogan, spero che gli alleati Nato lo comprendano ….

    Mi piace

  2. Sullo spunto di quest’ultimo commento mi chiedo: quanto possono ancora tirare la corda i Turchi con la storia del colpo di stato orchestrato dagli americani (anche se mi par si calmino di giorno in giorno) e minacce varie a chiudere la base di Incirlik? Non gli conviene piuttosto chiedere un affitto bello salato per la base aerea e uso dello spazio aereo? Leggevo oggi che il colpo gli è costato 90 miliardi di usd, senza contare il turismo!! (un milione di prenotazioni già cancellate!)
    Se Erdogan non vuole trascinarsi in un pantano economico e quindi politico gli conviene cercare soldi altroché nemici!

    Mi piace

    1. Purtroppo Erdogan sa molto bene che Europa e Nato non possono fare a meno della base di Incirlik e della Turchia posta ad ovest del medio oriente, quindi “sta tirando la corda” mi chiedo fino a che punto l’Europa può accettare compromessi? E pur trovando una soluzione “politica” dopo come ci potrà fidare di Erdogan in futuro? La questione del libero accesso dei cittadini turchi in Europa sarà molto difficile da superare …..

      Mi piace

    2. il problema é piu’ complicato,Incirlik,é (purtroppo)anche base “nucleare (sic).I soldi in questi casi hanno “poco” valore,ironia della sorte-i Sauditi (che odiano i fratelli Musulmani) sono ottimi amici di erdogan-il quesito lo porrei diversamente;l’esercito Turco,accettera’ questa situazione? io penso in prospettiva -un vero-colpo di stato! e una guerra di tipo “SIRIANO”…..

      Mi piace

  3. Ho qualche dubbio che il popolo turco appoggi Erdogan, possibile ? Ci sfugge qualcosa? I giovani turchi sono di mente aperta, non è possibile che appoggino Erdogan sulle piazze ….

    Mi piace

    1. Lo “zoccolo duro” del regime NON sono i giovani di Istambul o Ankara,sono gli abitanti dell’Anatolia Zone rurali e alla piccola botghesia (conservatrice) grata dei suoi miglioramenti-gli “osservatori” dimenticano che DIECIanni orsono la Turchia era (fece)bancarotta aiutata de USA,Europa ,Germania SALUTI A TUTTI !!

      Mi piace

    2. Anch’io sono rimasto colpito dalle scene proerdogan ad Istanbul, non me l’aspettavo proprio! E ancor più da quella in Germania (vabbè erano solo 30mila.. Però..)
      Una domanda proprio da principiante: gli usa (almeno loro, senza l’idea di Nato) non usano mai basi israeliane nella zona, perché?

      Mi piace

      1. Non usano le basi israeliane per chiari motivi, se i jet USA decollano da aeroporti della stella di David, e colpiscono le “sante terre” musulmane, immagina che succede !!!!
        Fanno bene gli USA a non usare basi israeliane, ameno che non si tratti di difendere il territorio israeliano da attacchi diretti.

        Mi piace

  4. Gli americani NON hanno necessita’ di aeroporti in Israele,hanno (oltre Incerlik) basi ottime in Giordania e in Irak.Israele gioca (qualche volta esagera) con le varie fazioni ribelli in Sirya…anche con Al Nosra…poi ha rapporti -ottimi-storici con i kurdi,gia’ dagli anni sessanta. Le partite nel Levante si giocano sempre su piu’ tavoli!

    Mi piace

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...