Tripoli

La situazione nella capitale -formale -della Libya, è chiara (complessa ma ben delineata).Il governo del Presidente del consiglio Sarraji,( riconosciuto dall’ONU),di fatto aveva “demandato”alle cosiddette 4 brigate che controllavano le amministrazioni governative,Ministeri,istituzioni,banche e. ..guardia costiera! È evidente che dietro la “settima”ribelle (e parte cospicua della popolazione ),c ‘è Haftar (dietro al quale abbiamo la Francia. ..e qualche altro paese europeo importante).L’Italia ha giocato “molto “sul governo Sarraji.Probabilmente Roma ha scelto il cavallo perdente,come ha già perso il retroterra della Libya,Niger e Mali!.

Annunci

7 Comments

  1. L’impressione in Libia è che come si fa si sbaglia… il governo precedente si è speso per dare legittimità a Serraji, anche perché qualche interlocutore bisognava pur trovarlo, e bene o male quello era il governo “ufficiale”… forse c’era anche della coda di paglia, visto che da noi era stata di più la sinistra a spingere per l’intervento “umanitario” (misteri buffi della politica italiana dove il centrosinistra in funzione antiberlusconiana appoggiava Sarkozy e Cameron mentre Berlusconi era contrario all’intervento _ e in fondo dovette subirlo_) … vedremo come andrà a finire, non è chiaro se i ribelli puntino ad una riunificazione o semplicemente a sostituirsi a quelli che ci sono ora. La Francia ha già fatto abbastanza danni con Sarkozy, se ci si mette anche Macron siamo a posto…

    Mi piace

    1. L’Italia ( con l’attuale governo )aveva delle opzioni sia nella fasciata del Sahel quanto nella stessa Libya, abbiamo fatto delle brutte figure ‘-subito attaccando i tunisini. Purtroppo era prevedibile. Qui non è storia di simpatia o di sceneggiate . Francesi e “altri “hanno nella area interessi e peso, diversi. Noi potevamo e DOVEVAMO muovermi più soft. Corriamo Sempre! di fare la figura dei “”caciaroni”.Questo mi fa andare fuori di senno. La Merkel ha fatto un giro nei giorni scorsi,e si è sentita subito l atmosfera -non buona per noi. In Libya adesso ci sono i Russi. …pensa che li coinvolgiamo con le canzonette?

      Piace a 1 persona

      1. Ma i russi apprezzano molto le nostre canzonette! Scherzi a parte, la Libia rischia di diventare un nuovo focolaio di tensioni internazionali, non penso che agli Usa faccia piacere qualche base russa nel Mediterraneo. Per noi, oltre ai migranti, c’è il “problemino” dei milioni di barili di petrolio dell’Eni, che è dsl 2011 che gli “amici” ce li vogliono togliere. Ma, come dicevamo anche per altre questioni, non si capisce quale sia la nostra politica estera in questo momento, se c’è… forse alla fine la politica estera la farà proprio l’Eni (o l’ha sempre fatta?)…

        Piace a 1 persona

      2. L’Eni ha una sua politica aziendale (considero moralismo peloso ) inchieste a rotazione sui contratti – I Russi avranno -quasi sicuramente -Tobruk come porto. I giochi sono molto molto pesanti. …..chi vuole mandare a negoziare “Giuseppe “?”Matteo” o “Gigetto”?? per favore. ….!lasciamo perdere!

        Piace a 1 persona

      3. Tobruk evoca ricordi infausti, ricollegandomi al suo post dell’altro giorno sulla vittoria da prendere per i capelli… d’accordo sul moralismo peloso, la gente che si scandalizza per certi metodi poi però vuol avere il condizionatore di casa acceso, la solita storia della botte piena e la moglie ubriaca… chi mandiamo, bella domanda! Mi diverto a far arrabbiare mia moglie perché le dico che in questo momento l’uomo giusto sarebbe stato Berlusconi, con Trump avrebbe trovato senz’altro dei punti di contatto, e con Putin è amico di vecchia data! cordiali saluti…

        Mi piace

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...