Ukraina

Taras Bulba,sperare che i “diplomatici” EU e USA,abbiano letto Gogol,é utopistico.L’ignoranza domina,e le scelte geostrategiche e politiche,ne soffrono parecchio.Ukraina, é poco piu’ che una espressione geografica, é stata la culla della cultura Russa,e quando i Tatari facevano incursioni nell’ area ,(da una parte) e dall’altra i Polacchi (sempre presentati come”vittime”altra impostura storica!).Erano proprio i COSACCHI (RUSSI), a difendersi;La Russia, si prendera’ anzi ha gia’ “presa” la Crimea, la Ukraina, si spezzera’ in almeno due ,forse tre entita’, l’Europa, avra’ delle misere spoglie,e futuri detonatori al suo interno,(sicure immancabili frizioni GermanoPolacche),e Putin oramai all’attacco,schierera’ “SICURAMENTE” i nuovi missili a Kaliningrad, (Koenisberg).La Signora Merkel,secondo me,riceve la sua prima e meritata sconfitta,politica internazionale,certo dei risultati miseri!

Annunci

6 Comments

  1. buonasera, che piacere finalmente leggere un commento del genere in questi giorni dove sembra che quasi tutti i giornalisti diano prova di un’ignoranza geopolitica sempre peggiore! la timoschenko e la sua banda ormai sono santi e tutto ciò che è minimamente russo il diavolo… ultimamente la storia delle civiltà si limita agli ultimi dieci-quindici anni, il resto, sembra “vecchia storia” senza nessun senso. grazie per questo articolo! spero di leggere altro a breve

    Mi piace

    1. Lei é sempre un lettore “ben accetto”! grazie per il commento,scrivero’ a breve sui vari personaggi Ukraini e non,(conosco bene quelle realta’).Per il momento,essendo di fretta,scrivero’ un po’ di “cattiverie”,ma spero nella sua critica a presto.

      Mi piace

  2. Si parla già di ritorno alla Guerra Fredda……. l’autore del blog si starà già fregando le mani?????????????? Secondo me il blogger era già presente in zona quando l’Italia aiutò Napoleone III………………..

    Mi piace

    1. Hei! Romulus,l’Italia aiuto’ Napoleone III???? d’accordo che i “cugini” Francesi sono alcune volte,spocchiosetti…ma senza l’aiuto dei Francesi e la carneficina di Solferino….altro che Italia!suvvia cerchiamo di essere almeno grati x alcune cose e critici per delle altre!!

      Mi piace

  3. La guerra di Crimea fu un conflitto combattuto dal 4 ottobre 1853 al 1º febbraio 1856 fra l’Impero russo da un lato e un’alleanza composta da Impero ottomano, Francia, Gran Bretagna e Regno di Sardegna dall’altro.
    Il conflitto ebbe origine da una disputa fra Russia e Francia sul controllo dei luoghi santi della cristianità, in territorio ottomano. Quando la Turchia accettò le proposte francesi, la Russia nel luglio 1853 la attaccò.
    La Gran Bretagna, temendo l’espansione russa verso il Mediterraneo, si unì alla Francia ed entrambe si mossero per difendere la Turchia dichiarando guerra alla Russia nel marzo del 1854.
    L’Austria appoggiò politicamente le potenze occidentali e il Regno di Sardegna, nel timore che la Francia si legasse troppo all’Austria, nel gennaio 1855 inviò un contingente militare al fianco dell’esercito anglo-francese dichiarando a sua volta guerra alla Russia.
    Il conflitto si svolse soprattutto nella penisola russa di Crimea dove le truppe alleate misero sotto assedio la città di Sebastopoli, principale base navale russa del Mar Nero. Dopo vani tentativi dei russi di rompere il blocco (battaglie di Balaklava, di Inkerman, della Cernaia) e l’attacco finale degli alleati, Sebastopoli fu abbandonata dai difensori il 9 settembre 1855, portando alla sconfitta della Russia.
    Il Congresso di Parigi del 1856 stabilì le condizioni di pace avvicinando politicamente il Regno di Sardegna alla Francia e favorendo quel processo di intese che porterà nel 1859 alla seconda guerra di indipendenza…………….Oh cavolo, ha ragione, il Regno di Sardegna non era Italia!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

    1. Romulus,Romulus… attendo “altre “sue notizie, certo il Regno di Sardegna (Piemontese), NON era “ancora” ITALIA,l’unica “unita’” che avevamo era nella qualita’ -scarsuccia-dei VINI!!! saluti

      Mi piace

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...