The cliker. …compulsivo

Rudemente volgare,furbo,ridicolo,astuto o maldestro,Trump ancora una volta ha “reinventato”la comunicazione politica con un tweet sul cane eroe dell’America..Questo presidente che fa spallucce,sul rischio di essere “destituito”proprio per questo,ha saputo occupare la scena, in questo periodo detto della postVerita’.Oggi importa poco o nulla,che una notizia sia vera o fasulla,l’importante che sia e resti virale. E Trump lo vuole! .Lo vedete apparire ovunque,novello e ingombrante BigBrother,al centro degli schermi televisivi. “Lui ” non sorride simpatico come Obama,oppure avere il suo carisma,NO! lui “Tweetta”incessante e spietato,fa’cliccare i cuori,l’importante è che si parli di Lui…!Ma nella sua disperata nevrastenia contro Obama,come cancellare il vantaggio di avere catturato e ucciso Ben Laden,mentre lui è al “secondo “posto,deve contentarsi del secondo rango con Al-Baghdadi. Trump non ha soltanto fatto un annuncio,rompendo il codice del discorso solenne, sfottuto dai media hollywoodiani, che avrebbero declassato tutto nel giro di qualche ora, così al posto dell inno, bandiera, o della marcia cadenzata verso il microfono, ha fatto il “solito” tweet rendendo omaggio ad un cane, del quale avrebbe pubblicato le foto “declassifficate “(generoso! ),e che sarà Decorato. Il tweet conoscerà un successo mondiale, sarà retweettato all infinito,e menzionato da giornali in tutto il mondo. Trump oggi è il maestro del clic,lo sa’e ne usa e abusa. Questa è l epoca del messaggio breve, dello spam, del buzz. ..Oggi non è importante quello che si dice o come lo si dice sia vero, falso oppure appena credibile, sperando che un giorno un banco di sardine o di acciughe,faccia piazza pulita di tutto. …..speriamo

1 Comment

  1. A proposito di sardine questo libro usciva qualche anno fa: https://www.ibs.it/come-pesci-nella-rete-guida-libro-alessandro-curioni/e/9788857533872.
    Qui invece nel link del blog,lo stesso l’autore, ospitato da un certo storico: http://www.aldogiannuli.it/chi-ha-spento-la-luce/
    Il libro parla di furti d’identità nell’era del web ma qualcuno con evoluzioni da trapezista del circo potrebbe traslare la riflessione dell’autore a furti piu’ sottili d’identità magari sempre per il tramite della rete. Trumpocchio(un gioco su scarabocchio) invece batte la strada del rinforzo dell’identità opponendo i red necks del sud alle black faces dei nord. Certo che passare dalle scatolette di tonno di Grillo alle sardine silenziose senza magari dimenticare le immemorabili battute tonnaresche di Cossiga, non possiamo certo dire che il teatrino sia noioso. Un tempo si parlava di piovre…
    Saluti.

    http://etleboro.blogspot.com/

    Piace a 1 persona

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...