Note Africane

Libya :oggi si è svolta la Conferenza a Parigi,per la situazione in Libya. Presenti sia i rappresentanti del governo di Tripoli-riconosciuto internazionalmente dalle Nazioni Unite,vari capi tribù o clan dell’Interno oltre ovviamente,il “governo”di Bengazi(Haftar) legato agli egiziani e ai russi. Alla Conferenza era presente anche la Ambasciatrice italiana in Francia. Uno dei temi principali sono state delle elezioni politiche a breve termine . Curiosamente alle elezioni potrebbe partecipare anche Seif Gheddafi,che viene pronosticato con consistenti consensi.A mio sommesso parere la mancanza di una Costituzione,rende la situazione assai improbabile e difficile. Più volte ho rammentato ai lettori il pericoloso vuoto politico italiano, su un teatro strategico per il( nostro) paese e zone limitrofe. Cameroun :Nella cittadina di Merka nella area nord ovest(anglofona ),dove ci sono movimenti secessionisti,da alcuni giorni era in corso una presa di ostaggi in un albergo. Forze militari hanno effettuato un attacco che è durato circa un ora,con la morte di una dozina di terroristi è alcuni ostaggi (tre o cinque ),poi c è stato un episodio grave,perché dei militari sono entrati in un ospedale vicino uccidendo tre ipotetici impiegati dell’albergo e un tassista -ovviamente sospetti di complicità con i terroristi. Mozambico :nella zona dell’ovest verso la frontiera con la Tanzania, area molto povera,ma ricca di giacimenti petroliferi,(sic!) si segnala un crescere di movimenti islamisti estremisti visibilmente collegati agli Shebab somali, le autorità locali (militari)segnalano combattimenti e imboscate con perdite umane sempre più numerose,a ennesima riprova che le “distrazioni” di una pianificazioni regionale (globale )è nociva, senza una azione per -eliminare -in nuce simili fenomeni. Che devono essere risolti NON soltanto con le forze armate ma con “politiche “sociali le “meno “corrotte. …possibile.

Annunci

3 Comments

  1. le tue informazioni sull’Africa, vista da vicino, sono veramente preziose.

    e questo tuo post mi conferma l’idea del 2011 che, se Gheddafi avesse lasciato il potere allora, avrebbe avuto ancora un importante futuro politico nel paese.

    gli osservatori piu` realistici della situazione non erano coloro che si schieravano con lui in nome della lotta all’imperialismo, consigliandogli di resistere, ma non erano suoi veri amici, bensi` chi suggeriva una riirata strategica in una situazione oramai compromessa.

    Mi piace

  2. Riconferma che non era uno stinco di santo ( nessuno lo è ) in Africa aveva un forte seguito,direi ancora oggi, la sua condanna a morte politica e esistenziale è stata dopo la rinuncia armi chimiche e nucleari e il progetto avanzatissimo di

    Mi piace

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...