Europa …riparte!

L’Europa adesso che la Germania,vara il nuovo governo e la locomotiva tedesca in tandem con la Francia,fanno ripartire l’Europa con un piano imponente d’investimenti(la Signora Merkel apre la borsetta!) la Spagna-malgrado un po”acciaccata si sta mettendo in lista,addirittura un occhio di attenzione sarà dedicato anche alla Grecia….L’Italia riuscirà ad unirsi al convoglio? Il bel paese si gioca i prossimi cinque /dieci anni! In bocca al lupo. …! !

Annunci

8 Comments

      1. Continuo a dubitare fortemente che ciò possa accadere, anche perché questo governo credo proprio che politicamente perderà consenso e avrà vita breve. La parte dell’establishment USA che ha appoggiato l’ascesa di Trump lo ha fatto anche per mettete un freno all’imperialismo tedesco in Europa. Grazie all’euro hanno incamerato enormi surplus commerciali e oggi l’eurozona è il buconero della domanda mondiale. I primi a scappare da tale suicidio sono stati gli inglesi e ora tocca agli USA. Questi hanno una bilancia commerciale fortemente squilibrata perciò stanno indebolendo il dollari. Quanto potrà davvero resistere l’eurozona? Quelli che ha parole dicono di voler fare i tedeschi lo dovevano fare già molto tempo fa.

      2. Sono convinto che la Eurzona “resisterà “anzi. ..magari “a più velocità “si rafforzerà. Ciò che è importante -l ‘Italia, riuscirà a agganciare la. ..locomotiva? ….cordialità

  1. Spero che la vecchia Europa si renda conto che è necessaria una via diversa dalla sola austerity per recuperare la fiducia dei cittadini, seriamente compromessa. Se questo avverrà anche grazie (involontariamente) a mr. Trump, c’è da esserne contenti. Noi saremo all’altezza? Mah, vedendo i protagonisti della nostra scena politica c’è da dubitarne, alcuni scenari sono francamente raccapriccianti…

  2. Aldo non prendere la mia replica come una critica al tuo commento, piuttosto una battuta . Io penso che nell’eurozona a guida tedesca non ci sia mai stata alcuna locomotiva, quanto piuttosto un enorme rimorchio al traino di tutti i paesi da esso affossati. Quando si generano surplus commerciali che non hanno eguali nella storia c’è poco da commentare, c’è qualcosa che non va. Quando i paesi sotto il giogo dell’austerità distruggono il proprio tessuto economico e sociale ma non si ribellano, anzi i governi tirano la corda del malessere all’inverosimile continuando a ripetere slogan senza senso mettendo la politica al servizio eclusivo di un’economia volta alla compressione dei salari e cancellazione dei diritti le conseguenze non possono che essere drammatiche. La storia non so se si ripete, magari farà la rima ma è certo che queste élite che ci guidano la conoscono molto poco Scusa ancora per l’ennesimo commento con cui prometto di chiudere, non voglio essere invadente ne critico, anzi ti seguo con molto interesse è solo che il tema è per me coinvolgente..

    1. Comprendo che l’argomento è “appassionante” che ovviamente non è sintetizzabile con battute. Ma le battute servono come sentieri di pensiero . detto questo,c è una moneta comune,

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...