Conflitti,guerriglieri, strategie

Nei giorni scorsi vi ho tracciato sinteticamente il crescere dell’ arsenale missilistico della Korea del sud,nei prossimi giorni farò lo stesso con quello della Korea del nord,e con le due strategie contrapposte, (sono talmente tanti i teatri di guerra-che ipocritamente banalizziamo-come”crisi”).Quest’oggi parliamo della campagna aerea della coalizione(Saudita),in Yemen. La Royal Saudi Air Force(RSAF) opera con 100 aerei-F15,Panavia Tornado,Eurofighter Typhoon,sostenuti da alcuni Airbus 330 multiruolo,degli aerei Awacs almeno 4,e 4 Saab2000.-Gli Emirati arabi partecipano con 30 aerei F16,Mirage 2000,e 1 A330.-Il Kuwait con 15 F/A-Il Qatar è stato “escluso ” con i suoi Mirage 2000-Bahrein 15 F16,-Egitto e Giordania rispettivamente con6 -F16-idem il Marocco-e in ultimo il Sudan con 3Sukoi( russi! ).Gli Americani e gli Inglesi partecipano con satelliti,logistica e navi che pattugliano(e fanno blocco!!! discutibile !medicinali e viveri ).La aeronautica Yemenita(filo ribelli Houthis) con vecchi Mig 29,a terra per mancanza di parti di ricambio e dei vetusti Mig 17(ricordo di averli visti a Sanaa negli anni 70).due hanno fatto attacchi suicidi su Aden la “coalizione ” al primo giorno ha perso un F16 Saudita precipitato nel golfo di Aden,equipaggio soccorso dagli americani. La prima offensiva era chiamata,Tempesta decisiva.che ha effettuato 2300 incursioni(almeno un centinaio per giorno).L’obiettivo primario è stata la base aerea di Al Dailami,mentre gli Houthis rispondevano con missili Scud sulle città di Jizan e Njran,e imboscate sulle truppe Saudita alla frontiera,poi all improvviso sono cominciate a cadere addirittura sulla grande base Saudita di King Kaled dei missili Hawsong 6 -sicuramente Nord Koreani! -tre elicotteri Apache e un F16 marocchino sono stati buttati giù -a riprova di una forte disponibilità di missili antiarei da parte dei ribelli -e che il “blocco” affama SOLO i civili.All’improvviso è stata lanciata una pesante azione anfibia chiamata -freccia dorata -impegnando una brigata meccanizzata Emirati arabi (sono tutti mercenari-gli Emirati non hanno praticamente sufficiente popolazione ),più un reparto di forze speciali Saudite e un reparto di yemeniti arruolati all estero Per coprire questa operazione ambiziosa,nelle prime 36 ore le forze aeree hanno effettuato 136 sortite.L’attacco si è dispiegato a nord della città di Al Anad,la battaglia violentissima ha portato alla perdita di tre carri T62 cinque T52, e un mezzo trasporto truppe più un Su22 e un Mig 21 suppongo Sudanesi. Gli Houthis hanno contrattaccato nella zona di Marib (che conosco benissimo ospita una diga di tremila anni fa si dice costruita dalla regina di Saba),i combattimenti sono stati talmente violenti che i sauditi hanno richiesto nuove forniture di missili per gli elicotteri Apache.Queste descrizioni -parziali-mostrano che malgrado una enorme superiorità -numerica e tecnologica -non raccolgono successi adeguati (anzi ) e anche la qualità di addestramento dei piloti non appare sufficiente. ILDISASTRO umanitario è evidente, anche per la scarsa qualità dei piloti, che non possono essere accurati nei bombardamenti. Nel bombardamento della centrale elettrica di Moka, oltre a colpire la Centrale è stato distrutto il fabbricato delle famiglie degli operai con “almeno “130 morti. Altro attacco dei Sauditi su una sala di riunioni civili -forse era una riunione tribale -almeno 140 morti e ben 600 feriti. I bombardamenti multipli agli ospedali tipo Medici senza frontiere! Senza fare del moralismo di facciata l uso di bombe CBU-105 che spargono submunizioni e sono prodotte in usa,sono veramente al difuori della utilità militare. Spero non avervi annoiato con troppe sigle,ma. ….qualche volta. ..servono!!

Annunci

1 Comment

  1. Lo Yemen non ha molta rilevanza sui nostri media, anzi direi che non ne ha affatto. Credo sia derubricato alla voce “affari loro, basta che non arrivino profughi fin qua”. Nello specifico si nota una netta sproporzione militare che però finora non sembra aver dato molti risultati (non è chiaro poi, una volta che si arrivasse ad un cessate il fuoco, quale sarebbe la conseguenza politica: ritornare a Yemen del Sud-Yemen del Nord? Buttare fuori tutti gli houthi? si pensa che con la sconfitta militare rimarrebbero sottomessi?) Comunque è penoso pensare che in uno dei paesi più poveri del mondo le risorse debbano essere usate così, per ammazzarsi tra compatrioti. cordiali saluti.

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...