Volo a Vento 

Quando un “comune”cittadino  osserva una carta aeronautica,la prima impressione è di meraviglia,per la varietà e accuratezza dei dettagli,e la quantità  di sigle in rosso,giallo,arancione e altri colori vividi con sigle  ( riconducibili alla lingua inglese,oramai internazionalmente accettata ).AzTF-zone volo tattico(per elicotteri da combattimento).AVSa(area vera bassa altitudine),IZ( zone interdette),DA(AREA pericolosa)etc. Adesso cominciano ad esserci delle sigle WA oppure WZ(AREA di Vento oppure Zona di Vento ) cioè i “parchi eolici”, che nella ottica militare sono dei rompicapi ulteriori,disturbano i voli a bassa quota(e alta velocità!),poiché svettano a 180 metri di altezza,e curiosamente disturbano i radar di ricerca militare,con i loro movimenti delle pale,interrompendo per microsecondi i rilevamenti. Ma secondo me offrendo delle opportunità inattese e interessanti,resuscitando tecniche antiaree risalenti alla seconda guerra mondiale,studiate per intercettare leV1,le nonne dei moderni missili di crociera, che  (attualmente) sono “lenti”e volano a bassa quota per evitare di essere rilevati dai radar a bassa quota. Mentre le torri eoliche sarebbero utili e per rilevare il missile che per ospitate missili o razzi antiarei. Questo a riprova dalla “modernità” delle vecchie V1. ….!quasi nulla di nuovo sotto ilSole! ! 

Annunci

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...