Caporetto 

Cento anni orsono,la notte tra il 23 e il 24 iniziava l’attacco AustroUngarico e Germanico,contro le forze italiane.L’attacco condotto dai tedeschi, con la tecnica della infiltrazione,disinteressandosi delle creste montuose,ma marciando velocemente a valle.Quello che inizialmente fu una sconfitta  ( con perdite tutto sommato limitate-circa trenta mila morti e circa l’equivalente in feriti) ma avendo sfondate le tre linee italiane,e creando lo sbando delle riserve  (mal schierate),da sconfitta si passò a disfatta,travolgendo oltre seicento mila uomini,e esponendo il fronte destro -verso Trieste,ad accerchiamento. Cadorna,Comandante in Capo,pessimo  (come larga parte del suo stato maggiore)non seppe trovare migliore giustificazione,accusando!i soldati di non avere combattuto,tacciando la truppa di viltà, gesto che a mio modesto giudizio,merita il titolo di Fellone. Il punto di frattura del fronte si chiamava Caporetto,divenuto assioma di catastrofe e disfatta morale. Cadorna fu “sollevato “dal comando  (l’ultimo ordine -ironia della sorte-fu corretto,ordinando a tutto il fronte la ritirata generale sulla linea del Piave ).

Annunci

2 Comments

  1. Abbastanza dimenticata questa data, si preferiscono ricordare le vittorie… c’è una iniziativa de “La Repubblica” in proposito, devo procurarmi il cd… concordo sul Fellone a Cadorna, volevo riportare qualche pensiero, così, alla rinfusa… la prima volta che sono stato nell’ancora Jugoslavia era il 1990… e solo allora mi resi conto (mia grossa ignoranza!!) che Caporetto non era più in Italia ma in Slovenia, con un pensiero amaro su quanti ci avevano lasciato la pelle, per niente… un’altro pensiero, forse con un pò di sorpresa, è che nonostante quello che si pensa dei tedeschi, quadrati, senza fantasia, a Caporetto usarono molta più fantasia degli italiani che continuavano a sbattere la testa contro il muro… e fantasia dimostrarono anche qualche annetto più tardi, nella Blitkrieg che sbaragliò i francesi sicuri al riparo della loro Maginot… senza voler sembrare un ammiratore, ma la guerra la sanno fare… Ogni volta hanno trovato una soluzione inaspettata per gli anchilosati comandi avversari. Poi mi colpisce l’incapacità del nostro comando (e di quelli dell’Intesa , per la verità) di capire il contraccolpo che ci sarebbe stato con la capitolazione dell’Impero Russo, con il conseguente spostamento delle divisioni anche sul nostro fronte… cosa si aspettava Cadorna, che stessero ad aspettarci tremebondi? E infine… forse ci voleva Caporetto per avere Vittorio Veneto… tanti dicono così, non so se per consolazione. Pagine di storia comunque che o non si studiano o si sorvolano in chiave agiografica, l’eroica reazione, il coraggio indomito… ma i conti con le responsabilità si fa sempre fatica a farli.
    Anche la situazione politica in casa era turbolenta… la rivoluzione russa (ed i tre anni di guerra che sembrava non finire più!) aveva rinfocolato gli spiriti antiinterventisti, e la speranza che la guerra finisse in qualche modo si faceva forte anche qua… l’anno prossimo festeggeremo Vittorio Veneto, il proclama di Diaz ce l’ho pronto! 🙂 saluti cordiali

    Mi piace

    1. Concorso -ovviamente -con la sua analisi. Sulla “fantasia “dei tedeschi è cosa risaputa -vede la fine della prima e seconda guerra-sul piano della propaganda Non sono mai finite -tanta deve essere stata la fifa “”Alleata “! Lei -chiaramente -ha servito da ufficiale (lo intuisco da analisi,giudizi )è bene pensare che il rapporto tra ufficiali e truppa nell esercito tedesco era estremamente di coesione-niente a che vedere con lo stereopito dello junker ( sciocchezzuole.) Le consiglia il libro di Capello -che Cadorna ingiustamente coaccusava. SE vorrà le consigliereialcuni, personaggi della seconda guerra mondiale (panzer armee )sa che uno degli assi tedeschi era. …un italiano? ? Pluridecorato? ? Saluti cordiali

      Mi piace

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...