Colpo di Stato in Catalogna. 

  • È bene chiarire i termini del “problema”Nel 1978,la Costituzione spagnola(odierna) fu votata dal NOVANTUNO pc dei Catalani,quindi quello che è in corso a Barcellona è un Colpo di Stato! Pericoloso in un paese che ha avuto una sanguinosa guerra civile!! “”Trattativa””è la parola di ordine sia del golpista Catalano sia dei mellifui consiglieri  (interessati ),le regole costituzionali Non si trattano. ..si applicano! Può esserci un intervento -pacificatore -(sic)della Chiesa -ma non trattativa!! Come è fasullo continuare a voler coinvolgere l ‘Europa ,forse il bersaglio collaterale di questo Putsch. 
Annunci

6 Comments

  1. Fortunatamente il partito di Puidgemont in Europa fa parte dell’ALDE, che conta pochino… i popolari non possono certo sconfessare Rajoy, i socialisti più che condannare la violenza (tutte mammolette da una parte e tutti cattivi dall’altra, come al solito) per ora non fanno, e meglio che si limitino a quello. Ieri il re ha parlato abbastanza chiaramente… non credo neanch’io si possa trattare sulla secessione. Discutere di riforma costituzionale dopo la forzatura lo vedo difficile, altrimenti si poteva pensare ad una forma diversa di Stato, invece che regionale federale… ma ci vuole tempo e mi pare che le basi siano diverse, già a partire dalla forma istituzionale monarchia-repubblica.
    Se la sentiranno i catalani di prendere le armi per star dietro alle mene di Puidgemont e dei partiti indipendentisti (che è tutto da dimostrare abbiano la maggioranza come millantano)? Sinceramente non credo… e in tutto questo, i baschi rimarranno a guardare? Cioè, hanno appena abbandonato la lotta armata, se si trovano scavalcati da questo atto di prepotenza “democratico”, non penseranno che è il caso di ricominciare?
    E in tutto ciò è evidente che l’Europa non ci guadagna, innanzitutto si mettono in evidenza le debolezze politiche (e gli errori si evidenziano ancora più: strozzare gli Stati non fa bene alla democrazia, troppo comodo dopo piangere sul pericolo dei populismi e nazionalismi… cari Schauble e Merkel, esami di coscienza mai, naturalmente…)
    La Chiesa ha modo di mediare? Non conosco bene la realtà di quelle parti… la chiesa spagnola è sempre stata conservatrice, quella catalana (penso al monastero di Montserrat) sembra più aperta… ma come sempre se non è la politica che agisce, gli altri possono poco… intanto più tempo passa e più gli animi si surriscaldano e le posizioni radicalizzano, basta vedere nel piccolo quello che sta succedendo intorno ai calciatori del Barcellona… insomma uno scenario che non mi piace per niente e che non vorrei, grazie ai referendum di Maroni & c., ritrovarci tra qualche tempo anche qui da noi… saluti cordiali

    Mi piace

    1. Lei (come sempre ) trae il sunto del “fenomeno “come analisi tecnica, aggiungiamoci l ‘emotività e l avventurismo più cinico,la miscela diviene pericolosa. Con i fanatici (interessati ) sempre in agguato. Ricorda? Quella bieca frase degli inglesi sulle Falkland? Tra la aggressività degli spagnoli e il velleitarismo italiano? ? ? …..questo è il senso del disastro cui si va incontro, un gruppetto di pazzi può fare danni epocali, contro la Spagna e CONTRO L EUROPA (che di nemici da Ovest ad Est ne HA TANTI. ..saluti

      Mi piace

      1. Si, ricordo la frase che lei riportava poco tempo fa, sempre simpatici gli amici inglesi… ricordo anche la rodomontata bossiana di anni fa, quando minacciava la calata delle 300.000 doppiette bergamasche (bum!)… speriamo di rimanere nell’ordine della farsa, almeno da queste parti… gli spagnoli mi preoccupano però, perché ho qualche amico catalano (tra l’altro cantanti gospel, uno si aspetta che siano dei moderati invece…) ed altri che bazzicano proprio il monastero di Montserrat… sono TUTTI per l’indipendenza… non è un campione significativo ma mi preoccupa perché mi rendo conto che mi manca qualcosa per comprendere pienamente le loro motivazioni… un pò quello che mi successe con l’elezione di Trump, cioè un qualcosa al di fuori di quello che si immagina come razionale ma è reale ed intorno a noi… per l’Europa leggevo su El Pais (non capisco bene lo spagnolo, ma almeno i titoli…) che anche loro accusavano agenzie russe di hacker di interferenze… ora non so se questo sia diventato un vezzo, cioè quando si vuol screditare qualcuno lo si accusa di essere appoggiato dagli hacker russi, oppure davvero c’è una possibile volontà destabilizzatrice… ma qua mi fermo perché in Russia prima o poi voglio andarci in vacanza!

        Mi piace

      2. Scriverò meglio da zona migliore. Si sbrighi ad andarci prima di impazzimento mondiale. Rammenti che la “guerra “a Sarajevo, è iniziata con una sparatoria tra poliziotti gli uni musulmani gli altri serbi. …….!!saluti

        Piace a 1 persona

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...