ONG in Mediterraneo 

  1. Le polemiche  (classicamente sgradevoli ) hanno fatto da contorno al vero problema politico e sociale  (anche geopolitico ). Dopo l ‘apertura delle ostilità da parte del Procuratore di Catania,sono iniziate le “dichiarazioni “dei politici italiani,che hanno portato altre confusioni,ben sfruttate dalle mosche cocchiere  (mi suona di regia concordata ).Intendiamoci il Governo Italiano cerca di tessere la sua tela  ( in gran parte condivisibile ) mentre deve agire in un contesto internazionale complesso e la bassa politica interna.La solita storia italica miscelare giustizia di comodo con politica utilitaristica, le Ong diventano scomodi intrusi  (utili sia nel passato per il lavoraccio, quanto utili bersagli oggi ). Attenzione l ‘Italia  (che ha perfettamente ragione )corre il rischio di fare la solita figuraccia internazionale  (comoda per “gli altri, “francesi in primis ).Intanto “manifesti””protocolli “”et similia non potranno evitare che dei gommoni affondino e la “”guardia costiera “libica Non può  (anche con tutta la buona volontà  -sic -) controllare la situazione senza una ecatombe di morti! 
Annunci

2 Comments

  1. Proprio stamattina leggevo su Limes un’interessante analisi della situazione. Niente che non si sapesse, solo che leggerlo al di fuori della propaganda delle varie parti fa un altro effetto. Nell’ultimo anno gli sbarchi in Italia sono aumentati sia a causa della chiusura delle altre tratte sia per la diminuzione dei rischi della traversata, ridotta ormai alla distanza minima delle acque territoriali libiche. La percezione del rischio degli stessi migranti è cambiata… se si pensa che i migranti del Bangladesh, i secondi per numero dopo i nigeriani, arrivano in aereo in Libia e da lì prendono i barconi, quasi come prendere un traghetto. Anche i costi ed i rischi per i trafficanti sono diminuiti. Il Governo italiano (con Minniti in primis) sta cercando di tamponare come può; manca ancora una vera e propria strategia nel medio-lungo termine, perché è ovvio che il fenomeno non si fermerà visto che l’Africa è destinata a crescere demograficamente (ma non altrettanto economicamente purtroppo); la presa di coscienza europea è una chimera e ognuno si arrangia, pare… sicuramente appena ci sarà qualche naufragio verrà strumentalizzato e non so se il Governo avrà la forza di resistere alle pressioni incrociate. Di sicuro restare con le mani in mano non si poteva… anche perché la situazione nelle città sta diventando sempre più allarmante: anche ieri ad esempio a Como (Monte Olimpino) c’è stata una rissa con scontri con la polizia… e la gestione delle espulsioni è a dir poco ridicola, con pregiudicati pluriespulsi che continuano a scorrazzare liberamente.

    Mi piace

  2. Pienamente d’accordo.Minniti fa quello che può, anche se sono convinto che -a livello di ordine pubblico -si può fare molto di più e meglio (ci sono le capacità professionale ).Vengono create molte volte delle strutture che diventano carrozzoni, (rammento il Commissario antimafia! ) una struttura -leggera -potrebbe essere utile anche in funzione antiterrorismo.

    Mi piace

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...