UK paradisi e inferni fiscali

Gia’ in post precedenti vi parlavo dei fremiti di ansia delle sedi esterne del Regno Unito,come Gibilterra,che la pensavano ben diversamente dei folli di Londra,come Johnson,Gove e Farage.Gli abitanti di Jersey (100.000 anime), di Guernesey (65.000) dell’ isola di Man (85.000),sono passati dal “paradiso” (fiscale) all’inferno esistenziale. Prima del referendum hanno inviato,per la prima volta nella storia, una petizione alla Regina,chiedendo di partecipare alla votazione,infatti queste isole (britanniche?!) NON fanno parte dell’ UK né dell’Europa,il loro “tutore” é l’UK,che ha trattato ,tra le altre mille facilitazioni, e ottenendo l’equiparazione delle isole al Regno Unito.Adesso che il Regno Unito é uscito dall’Europa,le isolette “sperdute” temono sia l’Europa che dovra’riconsiderare la loro posizione come temono UK perché essendo in “mare aperto” potrebbero voler istaurare le facilitazioni fiscali che fin qui hanno fatto la “fortuna” alle isole.Da questo l’angoscia degli isolani,che vedranno partire i ricchi yachts e aerei privati,con la fuga dalle banche locali della miriade di societa’.Intanto il panico se lo stanno godendo gli abitanti,fuggendo dalla sterlina per l’euro o anche per il “volgare” dollaro, -God save the Money – Queen…twice bye!! (un quesito …Cameron NON aveva un “piano B” ma siete sicuri che avesse un ….piano A??)

Annunci

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...