Archeologia tra Guerre,Terroristi,Politica.

La Storia spesso é beffarda,proprio nell’area del Levante,”ricco” di petrolio,gas e guerre,esiste uno dei giacimenti piu’ opulenti del mondo,per reperti archeologici.La Storia dell’Umanita’ ha percorso per millenni l’intera zona,con vestigia meravigliose sopravvissute non solo allo scorrere dei secoli,ma alle diverse civilta’.Appunto parliamo di CIVILTA’ anche quella Musumana,NON a questa cosiddetta depravazione della cultura musulmana,impensabile OGGI!!Aggiungiamo lo spirito predatorio e brama di denaro,da parte dei “nostri” bravi “collezionisti” che ora si atteggiano a salvatori,del patrimonio,venduto dai tagliagole del Daesh, fra poco dovremo anche premiarli!!Un esempio di come il mondo di oggi riesce a avvelenare e sfruttare tutte le debolezze umane,vi narro unavicenda;Nell’Aprile 2007 dopo numerose peripezie a Ginevra arriva finalmente il materiale archeologico detto “Gaza al bivio di civilizzazioni” (titolo ben appropriato).Il materiale viene affidato (per una mostra) al “Musée d’Art et d’Histoire de Geneve”,composto da una sessantina di casse conteneti 221 oggetti di proprieta’ della Autorita’ Palestinese,piu’ altri 309 pezzi del collezionista Palestinese Jawdat Khoudari.Il materiale viene stoccato nel mitico Porto Franco di Ginevra (ve ne ho parlato sovente),i costo dello stoccaggio-in questo caso-relativamente modeste,sono di 30.000 franchiCH per anno.La mostra non viene esposta inizialmente per problemi organizzativi,intanto viene esposta per due mostre,una in Germania al Museo di Oldemburg in Germania (2009) e uno al Museo del Mediterraneo a Stoccolma(2010)-aggiungo ,ho visitato anni fa il Museo di Stoccolma,ricchissimo di reperti Italiani,splendidamente esposti!Adesso il Museo di Ginevra che ha mostre bellissime,non puo’ rimandare indietro a Gaza,i reperti,(la situazione é pericolosa) e chiede all’ Ufficio Federale della Cultura (CH) di partecipare alle spese.In pratica quando c’é l’opportunita’ di salvare dei beni preziosi ai ladri e contrabbandieri djihadisti puo’ tornare utile;solo mi tremano i polsi SE e Quando le situazioni si riordineranno,per gli immancabili contorsionismi burocratici che sono all’orizzonte.D’accordo ci sono problemi attuali enormi,con morti,sventure disastri,con in mezzo utili di tutti i generi,in dialetto alto lombardo si usa dire “Fa’ e disfa’ lé tut un lavura’!!”ovvero Fare e disfare é tutto un lavorare!!

Annunci

LASCIA UN COMMENTO...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...